Ghirlandaio

Sala dei Gigli

Palazzo Vecchio, Firenze
Anno: 1482-1484
Tipo: dipinto
Tecnica: ciclo di affreschi

Da "Ghirlandaio"

[...] icevette molte commissioni, diventando una delle più attive della città. Si occupò di affrescare la Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio e gli ambienti di Villa di Spedaletto a Volterra, con il perduto Vulcano e i suoi assistenti. Tra il 1485 e il 1490, nelle chiese fiorentine di Santa Trinità e S [...]

leggi »

Altre opere di Ghirlandaio


Andando infinite anime di quelli miseri mortali, che nella disgratia di Dio morivano, all'inferno, tucte o la maggior parte si dolevono, non per altro, che per havere preso moglie essersi a tanta infelicità condotte.
Niccolò Machiavelli


L'arte deve fare in modo che i sentimenti di fraternità e amore per il prossimo, oggi accessibili solamente agli uomini migliori della società, diventino sentimenti abituali, istintivi in tutti.
<