Raffaello

Madonna Solly

Gemäldegalerie, Berlino - Germania
Anno: 1500-1504
Tipo: dipinto
Tecnica: olio
Supporto: tavola
Dimensioni: cm 38 x 52

La Madonna Solly è un piccolo quadro che il giovane Raffaello Sanzio dipinse all’inizio del 1500.

Realizzata in olio su tavola, l’opera oggi si trova presso la Gemäldegalerie di Berlino ma originariamente faceva parte della collezione di Edward Solly, che la cedette nel 1821.

La Madonna Solly risale al primo periodo della bottega di Raffaello a Città di Castello. Si tratta di una delle sue prime opere sul tema della Madonna Leggente, a volte col bambino, che si diffonde proprio nella metà del 1400 e del quale il Sanzio fu uno dei principali interpreti.

Nel realizzare la Madonna Solly, Raffaello ha scelto di rappresentare Maria apparentemente seduta che tiene Gesù bambino sulle ginocchia. La Madonna è concentrata nella lettura di un libretto che tiene con la mano destra e che simboleggia le Sacre Scritture, mentre con la mano sinistra accarezza il piede del figlio, in un gesto estremamente naturale e quotidiano. Anche Gesù è attratto dal libretto, al quale si volge con la testa per tentare di sbirciare mentre tiene con la mano un cardellino. Sullo sfondo si sviluppa un paesaggio di colline con alberi.

Da un punto di vista stilistico, la Madonna Solly mostra alcuni richiami allo stile del Perugino, come per la composizione o per l’aspetto dei due soggetti. D’altronde Raffaello, che aveva solo diciassette anni, aveva iniziato da poco la sua attività indipendente di bottega e non era passato molto tempo da quando aveva frequentato il maestro di Perugia.

Tuttavia, nonostante la giovane età, Raffaello riuscì a trasmettere il proprio carattere all’opera, grazie anche alla raffinata tecnica che già possedeva. I colori intensi, la luce sui volti di Maria e Gesù e il chiaroscuro rendono l’immagine profonda e strutturata. I gesti e gli sguardi dei due soggetti, inoltre, conferiscono semplicità e naturalezza al dipinto, caratteristiche che saranno un tratto distintivo della produzione artistica di Raffaello.

Da "Raffaello a Città di Castello"

[...] , New York, San Paolo, Milano, Roma e Bergamo. Dipinse alcune famose Madonne col Bambino, come la Madonna Solly, la Madonna col Bambino tra i Santi Girolamo e Francesco e la Madonna Diotallevi. Del periodo di Città di Castello sono anche il San Sebastiano, l [...]

leggi »

Da "Prime opere (1499-1502)"

[...] o. Nello stesso periodo produsse anche le sue prime Madonne con Bambino, tra le quali emergono la Madonna Solly, la Madonna col Bambino tra i santi Girolamo e Francesco, e la Madonna Diotallevi, tutte conservate in musei di Berlino. Il tema della Madonna con Bambino divenne [...]

leggi »

Altre opere di Raffaello


Chi disputa allegando l'autorità, non adopra lo 'ngegno, ma più tosto la memoria.
Leonardo da Vinci


Tristo è quel discepolo che non avanza il suo maestro.
<