Donatello

Maddalena penitente

Museo Dell'Opera Del Duomo Di Firenze, Firenze
Anno: 1453-1455
Tipo: scultura
Tipo scultura: statua
Materiale: legno parzialmente dorato
Dimensioni: cm 188

Da "Donatello e Firenze"

[...] ò da Firenze per circa dieci anni, al suo ritorno realizzò immediatamente altri capolavori, come la Maddalena Penitente e, Giuditta e Oloferne. Nel 1457 partì alla volta di Siena, dopo un anno rientrò a Firenze e realizzò il Pulpito della Passione e il Pulpito della Resurrez [...]

leggi »

Da "Il padre del Rinascimento"

[...] le ultime opere di Donatello, che sono state rivalutate soltanto nel 1900, come la Maddalena Penitente. Brunelleschi non gradì nemmeno le decorazioni della Sagrestia Vecchia di San Lorenzo, che egli stesso aveva realizzato tra il 1420 e il 1428. Per lui, le decorazioni di Do [...]

leggi »

Da "Il Ritorno a Firenze (1453-1459)"

[...] ì con l’aiuto di numerosi assistenti, ma a più di settant'anni. Tra il 1453 e il 1455 realizzò la Maddalena penitente, opera lignea del Museo dell'Opera del Duomo che esprime in maniera esemplare la scarnificazione delle forme dell’ultima fase dell’artista, tendente al superamento espressionistico del classicismo di [...]

leggi »

Da "Nuovi Capolavori a Firenze (1433–1443)"

[...] zata da uno stile che anticipa quello che Donatello userà in vecchiaia in opere successive, come la Maddalena penitente. Il David bronzeo del Bargello è del 1440 circa, probabilmente realizzato su ordine di Cosimo de’ Medici  per il cortile di palazzo Medici. Donatello progettò la s [...]

leggi »

Altre opere di Donatello


Si attribuisce all'opera d'arte la virtù che nasce in noi stessi, di modo che diventa molto grave il pericolo per il critico, il quale non creda alla infallibilità delle teorie estetiche e delle tradizioni del'arte, né presti troppa fede alle compassate sentenze del raziocinio.
Camillo Boito


L'arte e la letteratura sono l' emanazione morale della civiltà, la spirituale irradiazione dei popoli.
<