Michelangelo

Bacco

Museo Nazionale del Bargello, Firenze
Anno: 1496-1497
Tipo: scultura
Tipo scultura: statua
Materiale: marmo
Dimensioni: cm 203

Da "Ingratitudine verso i mecenati"

[...] tista nonostante la sua giovane età. Fu in quel periodo che Michelangelo scolpì il Bacco e la Pietà Vaticana, primi capolavori assoluti che gli diedero fama e notorietà. Eppure, molti anni dopo l’artista raccontò al suo biografo, Ascanio Condivi, che il cardinale Riario [...]

leggi »

Da "Michelangelo a Siena"

[...] Michelangelo, che aveva appena riscosso grande successo a Roma con la realizzazione del Bacco e della Pietà Vaticana. Proprio a causa del grande successo romano, Michelangelo ricevette nello stesso periodo anche altre prestigiose richieste, tra cui la reali [...]

leggi »

Da "Michelangelo a Roma"

[...] i e richiesti artisti dell’epoca. Le prime due opere realizzate a Roma furono il Bacco, oggi conservato al museo del Bargello di Firenze, e la famosa Pietà Vaticana, custodita nella basilica di San Pietro. Subito dopo la realizzazione dei due capolavori, Mich [...]

leggi »

Da "Michelangelo e Firenze"

[...] un’opera di Michelangelo. Al museo del Bargello si possono ammirare  la statua di Bacco, il Tondo Pitti e il non-finito David-Apollo. Nella galleria dell’Accademia, oltre al David vi sono i famosi Prigioni e molte altre sue opere. Agli [...]

leggi »

Altre pagine che parlano di Bacco

Michelangelo pittore Primo soggiorno a Roma (1495-1500)

Altre opere di Michelangelo


Si affermano mille menzogne sui più celebri pittori, e la prima è il dire che essi sono strani, e che la loro conversazione è dura e insopportabile. E così, non la gente moderata, ma quella stupida, li giudica fantastici e capricciosi.
Michelangelo


L'artista deve fare in modo che la posterità creda ch'egli non abbia vissuto.
<